Dance with love, never stop to dance...

Loading...

30 September 2014

Ama la vita e la vita ama te - Love the life, and life will love you...







Per amare bisogna essere in due, TU ed IO...Must be in two people for loving, You and Me ...Il faut être deux pour aimer, Toi et Moi


Pour sauver ce qu'on peut, donne ta main si blanche, si froide.
Ne pensons plus du hier, des nuages, des arbres en fleurs,
De celle maisonnette lа qui se cache au bord de chaleur.
Un echo lointain du bonheur
A cesse dejа sa drole escapade...

Toi et moi douloureusement perdus et incertains
Sur les chemins du monde.
Toi et moi parmi les fantaisies et les raisons
En recherchant l'amour profond.

Quand je te vois sourire, ecouter de Bach les preludes,
Pendent que dans mon coeur la joie de vivre c'est enfuie,
Je passe а travers le miroir de nos souvenirs
Pour, enfin, encore devenir
L'ombre indivisible qui vainc solitude.

Toi et moi douloureusement perdus et incertains
Sur les chemins du monde.
Toi et moi parmi les fantaisies et les raisons
En recherchant l'amour profond. 

L'amour, l'amour.

Quando l'amore esiste, resiste a tutto - When love exists, it resists to all



Lungo i viali freddi il novembre
Piange e a piedi nudi se ne vа.
E le foglie morte sono lettere
Ultime d'addio.
Le raccolgo e leggo, e mi sembra
Di sentirmi come tempo fa,
Quando non riuscivo che ripetere:
‛Non andare via...

Dove sei? Secoli, istanti tra di noi,
aeroporti e metro...
Dove sei? Ma due eterni amanti
Resterem sino a che ti aspettero...

Quanto puo durare il dolore?..
Quanto freddo in questa vita fa?..
Sei entrata dentro ad ogni cellula,
Nell'essenza mia.
Giuro — ne rimpianto, ne rancore,
Ma soltanto la felicitа
Pulsa tra le delusioni sterili
E non va piu via!

Dove sei? Ma due eterni amanti
Resterem sino a che ti aspettero.
Io ti aspettero.

27 September 2014

Dedicated to a woman, a sailor....




Qui dove il mare luccica
e tira forte il vento
su una vecchia terrazza davanti al golfo di Sorrento
un uomo abbraccia una ragazza
dopo che aveva pianto
poi si schiarisce la voce e ricomincia il canto

Te voglio bene assai
ma tanto tanto bene sai
e' una catena ormai
che scioglie il sangue dint' e' vene sai

Vide le luci in mezzo al mare
pensò alle notti la in America
ma erano solo le lampare
e la bianca scia di un'elica
sentì il dolore nella musica
si alzò dal Pianoforte
ma quando vide la luna uscire da una nuvola
gli sembrò più dolce anche la morte
Guardò negli occhi la ragazza
quegli occhi verdi come il mare
poi all'improvviso uscì una lacrima
e lui credette di affogare

Te voglio bene assai
ma tanto tanto bene sai
e' una catena ormai
e scioglie il sangue dint'e vene sai

Potenza della lirica
dove ogni dramma e' un falso
che con un po' di trucco e con la mimica
puoi diventare un altro
Ma due occhi che ti guardano
così vicini e veri
ti fanno scordare le parole
confondono i pensieri.

Così diventò tutto piccolo
anche le notti la in America
ti volti e vedi la tua vita
come la scia di un'elica

Ah si, e' la vita che finisce
ma lui non ci pensò poi tanto
anzi si sentiva felice
e ricominciò il suo canto

Te voglio bene assai
ma tanto tanto bene sai
e' una catena ormai
che scioglie il sangue dint'e vene sai

La penna...The pen... La pluma



E la penna va,
scrive fiumi di parole,
di concetti, di sogni, di ansie,
di amori e di velleità.
Ma nessuno poi legge
quello che la penna scrisse,
e quelle parole divengono sassi,
buttati nel fiume,
o foglie gettate al vento.



And the pen goes, 
writes many words, 
concepts, dreams, anxieties, 
of love and ambition. 
But no one then reads 
what the pen wrote, 
and those words become stones, 
thrown into the river, 
or leaves, thrown to the wind.



Y la pluma va, 
escribe muchas palabras, 
conceptos, sueños, angustias, 
del amor y la ambición. 
Pero nadie lee 
lo que la pluma escribió, 
y esas palabras se convierten en piedras, 
arrojado al río, 
o hojas arrojadas al viento.


25 September 2014

My thinking...Quello che penso...


Se mi cerchi e non mi trovi,
vuol dire che ti ho cercata e non trovata.

If you seek me and not find me,
it means that I looked for you and not found!

(copyright©MikhailLermontov 2014)




A life for you - Una vita per te


Per te sarei pronto a prostituirmi o rubare,
ma non chiedermi di accettare i tuoi silenzi
che son fatti di mie parole rimaste nell'oblio.


For you I'd be willing to prostitute myself or steal,
but do not ask me to accept your silence
which are made of my words stayed into oblivion
(copyright©MikhailLermontov 2014)


Mikhail thinking. (original)



Non abbassare mai lo sguardo, quando sai di aver fatto qualche errore.
Chi ti ama ti aiuterà a mantenere gli occhi sempre al loro posto:
di fronte a quelli di colui che ti sta di fronte a criticare.


Never lower the gaze, when you know you've made ​​a few mistakes.
Who loves you will help you keeping your eyes always in their place:
opposite to those of the man who stands in front of you criticizing.

(copyright©MikhailLermontov  2014)


23 September 2014

Ehi, you!! Celentano says my thinking of today! (lyric original of the song included)







Affamati come lupi
viviamo in crudeltà
E tutto sembra perso
in questa oscurità
All'angolo e indifeso
ti cerco accanto a me... da soli
gli occhi non vedono
Ti penso e cambia il mondo
le voci intorno a me
Cambia il mondo,
vedo oltre quel che c'è
Vivo e affondo,
e l'inverno è su di me
ma so che cambia il mondo
se al mondo sto con te
C'è una strada in ogni uomo,
un'opportunità
il cuore è un serbatoio
di rabbia e di pietà
Credo solo al tuo sorriso
nel senso che mi dà
Da soli... gli occhi non vedono
Ti penso e cambia il mondo
le voci intorno a me
Cambia il mondo
vedo oltre quel che c'è
Vivo e affondo
e l'inverno è su di me
Lo so che cambia il mondo
se al mondo sto con te
Io sono qui... ti aspetto qui
Oltre il buio mi vedrai
Saprò difenderti... proteggerti
e non stancarmi mai
Acqua nel deserto... ti troverò
Dormi e si vedrà
Ti sentirai accarezzar
Ti penso e cambia il mondo
le facce intorno a me
Cambia il mondo
vedo oltre quel che c'è
Vivo e affondo
E l'inverno è su di me
Ma so che cambia il mondo
se al mondo sto con te
Coro:
Io sono qui... ti aspetto qui
Oltre il buio mi vedrai
Saprò difenderti.. proteggerti
e non stancarmi mai
Acqua nel deserto.. ti troverò
Dormi e si vedrà
Ti sentirai accarezzar
Ti penso e cambia il mondo
le voci intorno a me
Cambia il mondo
vedo oltre quel che c'è
Vivo e affondo
E l'inverno è su di me
Ma so che cambia il mondo
se al mondo sto con te


21 September 2014

La mi puerta...My door...La mia porta



Tu non devi bussare alla mia porta chiedendo se puoi entrare. Tu apri la mia porta ed entra: vedrai che a tavola il tuo posto era già preparato, il tuo vino preferito nel calice e la musica che ami sta suonando da ore....



You do not have to knock on my door asking if you can get into. You open my door and enter: you'll see that your place at the table was already prepared, your favorite wine in the chalice and the music you love is playing from hours ....



Usted no tenga que llamar a mi puerta preguntando si puede entrar en. Abres la puerta y entra: verás que para su asiento a la mesa ya estaba preparada, su vino favorito en el cáliz y la música que te gusta es jugar durante horas ....


La vita a due...The life in two....(part of my roman not yet finished)




Più stavamo  insieme e più ci si sentiva appartenenti uno all’altro. Il correre a piedi nudi sull’erba lungo il fiume; il pattinare sulle rotelle alla domenica mattina nei posti più disparati senza protezione alcuna; il passeggiare sino alle due del mattino mano nella mano senza parlare; il mangiare spicchi di mela stando sdraiati sul letto guardando un film, mezzi svestiti e saltando la cena, con il gatto sulle ginocchia; il correre a fare sauna per poi buttarsi  nella piscina a nuotare per ore senza il pensiero della cena che si dovrebbe preparare, perchè qualsiasi cosa a cena poteva andare bene. Il nostro correre a casa per il pranzo, preparato la sera prima perchè al mattino non c'è il tempo e fare a turno un pisolino, prima di correre al prendere il bus per tornare al lavoro riuscendo solo a scriverci un sms di straforo  “quando mangi di fretta ho paura che te ne vai”. Il fare la doccia in due e grattare la schiena del partner con la spugna ruvida per giocare con l’acqua e fare poi l’amore; il permettere alla compagna cose impossibili, come farle fare il bagno in una vasca colma di centoventiquattro litri di latte,  o sommersa da petali di fiori. Se ne potrebbero elencare migliaia di queste cose, che hanno permesso ad entrambi di capire che un amore vero stava prendendo possesso di noi.



More and more we were together, it felt belonging to one another. The run barefoot on the grass along the river; the wheels to skate on Sunday morning in the most disparate without any protection; the walking up to two oçlock in the morning hand-in-hand without speaking; eating apple slices while lying on the bed watching a movie, half undressed and jumping dinner, with the cat on our knees; the running to do sauna and then jump into the pool to swim for hours without thinking of the dinner you should prepare, because anything could go to dine well. We rush home for lunch, prepared the night before the morning because there is no time and taking turns a nap, before running to catch the bus to go back to work only managing to write a text message on the sly "when you eat in a hurry I'm afraid you're leaving. " The taking a shower in two and scrape the back of the partner with the rough sponge to play with the water and then make love; to allow the companion impossible things, how making them take a bath in a bathtub full of hundred twenty-four liters of milk, or submerged by flower petals. If you could list thousands of these things, which have allowed them both to realize that true love was taking possession of us.

(from "And then you came into my life" - copyright©Mikhail Lermontov)

15 September 2014

Amar...Mucho? (version in Spanish)


Yo amé tanto en mi vida, por lo tanto. Yo amé unas pocas mujeres, pero a mi manera yo les encantó a todos, recibiendo de ellos sólo unos caricias, algunas buenas palabras, con un par de ellos también algo más afecto o la hora del amor físico, que rescontre, con la tiempo, siendo la actuación pura, acto convencional de permitir que las mujeres de ser amado y deseado, sin tener que hacer aparte de un poco de sexo tiempo trivial nada.

Yo amé a mi manera, pero no como uno ama un instrumento musical u objeto antiguo: yo amaba con el corazón y el cerebro, hasta el límite máximo, sobre todo con uno de ellos. A menudo he escuchado críticas a este camino del amor, en el que es evidente que iba a ser un gran joder con tu cerebro y no con el sexo. Desafortunadamente, la Madre Naturaleza no me dio con unos centímetros más de altura (y no hubiera sido bueno) e incluso un órgano reproductor adecuado para satisfacer adequadamente el desove de algunas mujeres calientes.

Por desgracia, yo soy lo que ves, y nada más, junto con el drama de nunca haber sido amados correctamente de la madre biológica, y después de muchos años estas discrepancias con la sensación normal de vida, acusar, hacerte sentir diferente, más aislado por otros que los que no tienen nancy por la Naturaleza. He pensado a menudo en términos juicios destructivos mujeres libres contra ciertos hombres: por lo tanto, si un hombre no es rico, alto, guapo y con Walter largo y duro que dura más de dos horas, lo que se debe hacer? Suicidarse? Desaparecerá de la Tierra? Aislarse? Sólo tienes que ir a las prostitutas?

Una fortuna que he tenido: la Madre Naturaleza y la vida me enseñó, día a día, hora a hora, de amar y de superar todas las dificultades, incluso cuando yo estaba diciendo "No sé mucho contenido, sexualmente, pero desde propósitos bien con el cerebro podrían posiblemente estar contigo ".

Yo amé, me dije, por lo tanto, pero nunca con uno de ellos, que en realidad es mi todo dio, tanto a nivel psicológico y práctico, emocional. Amar significa dar de sí mismos sin pedir nada, dicen, y es verdad. Pero el axioma También se dice que el amor es estar en dos, y luego se convierte en la búsqueda de que amas y que reciba todas las cosas buenas. Todo se vuelve muy, muy difícil, sin embargo, si el amor es sólo uno de los dos, mientras que el otro acepta de buen grado, pero mantiene un bajo nivel constante de respuesta por temor a tener una audiencia responsabilidades mañana no intencionado o se ven. Aquí, en la mayoría de las mujeres con mí fue siempre así, incluyendo a mi madre. Bajo nivel, nunca nada más, ni siquiera preguntar.

Durante años me pregunté "¿por qué '", luego vino de repente "ella", el monstruo, la musa, la mujer por excelencia, la abeja reina, la Mantis, el Santo, la muñeca, el gato, el noble, la educación, el marinero. Tú, el que me hizo darme cuenta de mis errores, lo que me ayudó a encontrar la voluntad de vivir después de que el intento de acabar con la de hace muchos años y por el cual mi IO, mi subconsciente, que se cerró con tanta fuerza y quería más a tener nada que ver con la vida terrenal.

(from the roman not yet completed "And you came into my life" - copyright©mikhaillermontov 2014)





Love...Probably too much? (version in English)


I loved very much in my life, so much. I loved a few women, but in my own way I loved them all, receiving from them only a few caresses, a few good words, with a couple of them also something more affection or time of physical love, that I realized, with the time, being pure acting, conventional act of allowing women to be loved and desired, without having to do anything other than some trivial time sex.

I loved everybody in my own way, but not as one loves a musical instrument or object antique: I loved with the heart and the brain, up to the maximum limit, especially with one of them. I have often heard criticisms of this way of love, in which it is apparent that I would be great to fuck with your brain and not with sex. Unfortunately, Mother Nature did not give me with a few more inches in height (and there would have been good) and even a reproductive organ suited to meet adequately the spawning of some hot women.

Unfortunately, I am what you see and nothing more, along with the drama of never having been loved properly from the biological mother, and after many years these discrepancies with normal life feel, accuse, make you feel different, more isolated from others that those who do not have help by Nature. I have often thought of in terms destructive judgments free women against certain men: therefore, if a man is not rich, tall, handsome and with Walter long and hard that lasts over two hours, which should be done? Commit suicide? Disappear from the Earth? Insulate yourself? Just go to prostitutes?

A fortune I've had: Mother Nature and Life taught me, day by day, hour by hour, to love and to overcome all the difficulties, even when I was saying "I do not know a lot of content, sexually, but for purposes well with the brain could possibly be with you. "

I loved it, I said, so much, but never with one of them, which really gave it my all, both psychologically and practically, emotionally. To love means to give of themselves without asking for anything, they say, and it's true. But the axiom is also said that to love is to be in two, and then becomes finding you love and you receive all good things. Everything becomes very, very difficult, however, if love is only one of the two, while the other accepts willingly, but maintains a constant low level of response for fear of having a hearing tomorrow responsibilities unintended or look. Here, in the majority of women with me it was always like this, including my mother. Low level, never anything more, not even asking.


For years I wondered "why '", then suddenly came, "she", the monster, the Muse, the female par excellence, the queen bee, the Mantis, the Holy, the doll, the cat, the noble, the educated, the sailor. You, the one that made ​​me realize my mistakes, which helped me to find the will to live after the attempt to do away with many years ago and for which my IO, my subconscious, it was closed so tight and further wanted to have anything to do with the earthly life.



(from the book not yet completed "And you came into my life" - copyright©mikhaillermontov 2014)

Amare..forse troppo? (Italian version)



Ho amato tanto,nella mia vita, tantissimo. Ho amato poche donne, ma a modo mio le ho amate, tutte, ricevendo da esse solo qualche carezza, qualche parola buona, con un paio di esse anche qualche cosa in più dell’affetto od ora di amore fisico, che compresi, con il tempo, essere stato pura recitazione, convenzionale atto femminile di permettere di essere amate e desiderate, senza dover fare null’altro che qualche banale ora di sesso.

Ho amato, si, a  modo mio, ma non come si ama uno strumento musicale od oggetto di antiquariato: ho amato con il cuore e con il cervello, sino al massimo limite, specialmente con una di esse. Spesso ho sentito critiche su questo mio modo di amare, nelle quali emerge che io sarei bravissimo a scopare con il cervello e meno con il sesso. Purtroppo Madre Natura non mi ha dotato di qualche centimetro in più in altezza (e ci sarebbero stati bene) e neppure di un organo riproduttivo adatto a soddisfare adeguatamente le fregole di certe donne calde.

Purtroppo io sono quello che si vede e nulla oltre, con assieme il dramma di non essere mai stato amato adeguatamente dalla madre biologica, e a distanza di molti anni queste discrepanze con la vita normale si sentono, si accusano, ti fanno sentire diverso, più isolato dagli agli altri che non coloro che invece hanno avuto tutto regolare dalla Natura. Spesso ho pensato in termini distruttivi ai giudizi gratuiti delle donne nei confronti di taluni uomini: dunque, se un uomo non è ricco, alto, bello e con il Walter lungo e duro che duri oltre due ore, che dovrebbe fare? Suicidarsi? Sparire dalla Terra? Isolarsi? Andare solo a prostitute?

Una fortuna io l’ho avuta: Madre Natura e la Vita mi hanno insegnato, giorno per giorno, ora per ora, ad amare ed a superare tutte le difficoltà, anche quando mi sentivo dire “non mi sai soddisfare molto, sessualmente, però siccome scopi bene con il cervello potrei forse stare con te”.

Ho amato, dicevo, tanto, ma mai come con una di esse, alla quale diedi davvero tutto me stesso, sia psicologicamente che praticamente, sentimentalmente. Amare significa donare se stessi senza nulla chiedere, si dice, ed è vero. Ma l’assioma dice anche che ad amare si deve essere in due, ed allora la risultanza diviene che si ama e si riceve di ogni ben di Dio. Diventa tutto molto, molto difficile, invece, se ad amare è solo uno dei due, mentre l’altro accetta volentieri, ma mantiene costantemente basso il livello di risposta per paura di dover un domani sentire delle responsabilità non volute o cercate. Ecco, nella maggior parte delle donne con me è stato sempre così, compreso mia madre. Livello basso, mai un qualche cosa di più, neppure chiedendo.


Per anni mi sono chiesto “perche’” , poi di colpo è arrivata “lei” ,il mostro, la Musa, la femmina per antonomasia, l’ape regina,la Mantide, la Santa, la bambolina, la gatta, la nobile, la colta, la marinaia. Lei, quella che mi fece capire i miei errori, che mi aiutò a ritrovare la voglia di vivere dopo il tentativo di farla finita di molti anni prima e per i quali il mio IO, il mio subconscio, si era chiuso in modo ermetico e non voleva ulteriormente avere a che fare con la vita terrena.




(from the book not yet completed "and you came into my life" - copyright©mikhaillermontov)

10 September 2014

Love One Another - BY KHALIL GIBRAN (AKA KAHLIL JUBRAN)


You were born together, and together you shall be forever more.
You shall be together when the white wings of death scatter your days.
 Ay, you shall be together even in the silent memory of God.
But let there be spaces in your togetherness,
And let the winds of the heavens dance between you.
Love one another, but make not a bond of love:
 Let it rather be a moving sea between the shores of your souls.
Fill each other's cup, but drink not from one cup.
Give one another of your bread, but eat not from the same loaf.
Sing and dance together and be joyous, but let each of you be alone,
Even as the strings of a lute are alone though they quiver with the same music.
Give your hearts, but not into each other's keeping.
For only the hand of Life can contain your hearts.
And stand together yet not too near together:
 For the pillars of the temple stand apart,

And the oak tree and the cypress grow not in each other's shadow.


Would you like to have this "caravan" for summer holidays??

The World’s 10 Most Expensive Lingerie Pieces

The Most Expensive Lingerie - Luxury Expensive Sexy Underwear

A Mini-Hotel in Copenhagen | Euromaxx

Let's dream...Da, sognamo...

C'è qualcuno che nel mondo può permettersi forse solo una notte d'amore con una più che normale donna, e sperare che possa sussistere un amore per il futuro.
Ma c'è tuttavia l'opposto, uomini ricchissimi che possono permettersi giorni e notti in alberghi lussuosi con le più belle donne del mondo, e senza porsi la domanda del domani che cosa farò. Anche sognare, però, non è male, fa bene alla fantasia, ci si sveglia al mattino un poco migliori. Allora sognate con me, in questo albergo....



Is there someone in the world who can afford maybe just a night of love with a woman more than normal, and hope that there might be a love for the future.
But there is however the opposite, very rich men who can afford days and nights in luxurious hotels with the most beautiful women in the world, and without asking the question of what I will do tomorrow. Even dreaming, however, is not bad, it's good to fantasy, you wake up in the morning a little better. So dream with me in this hotel ....

Abay thinking

А оттого все, что у казаха нет большего враго, чем другой казах. Бурно восторгаясь по ничтожнеймешму поводу, один старается своей радостью досадить другому, породить в нем зависть.



By going into raptures for the most trifling cause, he wants to annoy his neighbour and make him envious. Truly, tha Kazakh has no worst enemy than another Kazakh!




7 September 2014

La musica di lui, Ennio, il migliore compositore di musica per film... His music, Ennio, the real big sound track compositor....

When the lights go down and the movie begins, the movie you see is ours, of our life, which flows in a heartbeat, just like the film in a film flowing in the projection machine. And when the film ends, strange, the music continues, as if to indicate that life will prepare another movie to see...

Quando si spengono le luci del cinema ed inizia il film, quel film che vedi è il nostro, quello della nostra vita, che scorre in un baleno, proprio come la pellicola di un film scorre nella macchina di proiezione. E quando il film termina, per strano, la musica continua, come per indicare che la vita preparerà un altro film da visionare