Dance with love, never stop to dance...

Loading...

30 May 2014

(third part of my romance)



In fact, he knew what he could expect : only bitter words . He opened the door and immediately what the law considered his wife attacked him with vehemence :- You leave without even knowing that the dishwasher does not work and I do not know what to do. But yes, sure, you have to go to take care of the Kazakhstan bitches. Check how to operate these machines instead of going for walks !Years of marriage thrown out the window, almost serenity initial years, then the dual lives they parted while being together, and with the arrival of the child's illness the risk of divorce had become constant. From the early skirmishes had gone to years of bickering, then they moved on to their hands slapping, and other periods of discomfort for both, periods in which there would have been necessary interven of an expert while the expert was never consulted.A difficult life in a difficult marriage, an inability to love and be loved, in a prison from which to go out whenever he could, going to work.
Now that he was retired, all except one would have expected, to still be treated in the fish's face, with her always drunk. He cleaned the filters of the dishwasher and put the new salts to ensure the proper functioning, and went silent to his studio, the place where he felt in his fairy world painted by prison, or rather his prison portrayed as fairy world .




 Difatti sapeva cosa poteva aspettarsi: solo parole amare. Aprì la porta e subito quella che la legge considerava la moglie lo attaccò con veemenza:
-Te ne vai senza neppure capire che la lavastoviglie non so cosa abbia, non và, ma tu come sempre te ne freghi, basta che pensi alle stronze kazakhe. Vedi di far funzionare queste macchine invece di andare a fare passeggiate!
Anni di matrimonio buttati dalla finestra, anni di quasi serenità iniziale, poi le duplici vite si separarono pur stando assieme e con l'arrivo della malattia del figlio il rischio del divorzio era divenuto costante. Dai primi anni di schermaglie si era passati agli anni dei litigi, poi si era passati alle mani, con schiaffi ed altro, periodi di disagio per entrambi, periodi in cui sarebbe stato necessario l' intervento di un esperto, mentre l'esperto non venne mai consultato.
Una vita difficile in un matrimonio difficile, una impossibilità ad amare ed essere amati in una prigione dalla quale uscire ogni volta che poteva, andando a lavorare.
Ora che era in pensione, tutto si sarebbe aspettato tranne di essere ancora trattato a pesci in faccia, con lei sempre ubriaca.
Pulì i filtri della lavastoviglie e mise i nuovi sali per permettere il buon funzionamento e si diresse silenzioso nel suo studiolo, il posto ove si sentiva nel suo mondo fatato dipinto da prigione, o meglio la sua prigione dipinta come mondo fatato.




29 May 2014

My Shadow - La mia ombra

In the way a shadow follows me,
glued to my body,
in solidarity with my spirit,
unique in keeping me in balance
in difficult times,
silent in listening to my whims,
faded to give me more light.
It is you,
you're my shadow,
my reflected light,
the bookmark in a novel
yet to be completed.
I turn off the light, hoping not to see you,
instead you're here, here with me,
as a supernatural entity,
like the woman that I love:
My shadow.

 Nel cammino un'ombra mi segue,
incollata al mio corpo,
solidale con il mio spirito,
univoca nel tenermi in equilibrio
nei momenti difficili,
silenziosa nell'ascoltare le mie fisime,
scolorita per dare a me più luce.
Essa sei tu,
tu sei la mia ombra,
la mia luce riflessa,
il segnalibro di un romanzo
ancora da terminare.
Spengo la luce, sperando di non vederti,
invece sei qui, qui con me,
come una entità soprannaturale,
come quella donna che io amo:
La mia ombra.



26 May 2014

(continuing of the romance)


How many emotions, he had felt that night. It was the fourth lesson, done it again with Zhiada, the former partner when he started doing the tango in another place, but in the same country.
Zhiada at the time he was young, but serious about making a career very fast and powerful in society to which both belonged. A decade later, they found themselves just on days when Nikita had decided to reopen the tango classes. The first night was almost a moment of knowledge, a few couples and a few singles, but Nikita had to do hard work to help people, teaching some steps to Zhiada, because she had almost forgotten the Tango. The following evenings, attendance increased and Nikita had quite a hard time to follow them all.
That fourth night had over 40 people had proved difficult to teach virtually alone, also Zhiada in that evening gave forfeit  and to him meant a defeat. He was about to leave, at the end of the lesson, when a young man came towards him.
-Excuse me... Can I talk with you for a second?
He looked at her with curiosity. He was skinny, but very long hair blacks gathered to dance, but a simple physical inside his pants seemed to scrutinize the fine leg nerve.
-Yes, of course, tell me!
-Well, I'm very nice dancing and I would like to continue to dance Tango, following in the lessons. Is it possible?
-Have you ever danced before?
-No, but I feel that this dance is for me, it makes me good.
-If you like the Tango we shall see later, come here, let's see what you are able to do.
Nikita looked closely at the young girl wearing a pair of shoes most suitable for tango. He took her hand and hugging her how to start the dance, he put one arm around her chest, and clutched it to him to let her take a step. It was his method: Nikita could always tell if a dancer really brings to the dance or not. This time he felt something hit him.
-What is your name?
-Akmaral, said ... A bit hesitant young
-Yes, you can come to dance, but you will need to follow certain situations where you will need to learn to be more female.
-Thank you, Master! Surely I will follow all of your advice!
-Come, I'll take you to the exit.
They walked to the hall of residence, talking about Tango, and left her when she got into a taxi.
Just at that moment he realized that he was back to reality, to be in front of the door, and did not want to get into it....

Quante emozioni, aveva provato quella sera. Era la quarta lezione, fatta ancora una volta con Zhiada, la ex partner di quando aveva cominciato a fare tango in un altro posto ma nello stesso Paese.
All'epoca Zhiada era giovane, ma seriamente intenzionata a fare una carriera molto veloce e potente in seno alla società da cui entrambi facevano parte. A distanza di dieci anni si erano ritrovati proprio nelle giornate in cui Nikita aveva deciso di riaprire i corsi di tango. La prima sera fu quasi un momento di conoscenza, qualche coppia e qualche single, ma Nikita aveva dovuto fare fatica a far comprendere alcuni passi a Zhiada, perchè lei il Tango lo aveva quasi dimenticato. Le sere successive, le presenze aumentarono e NIkita aveva un bel daffare a seguire tutti.
Quella quarta serata aveva avuto oltr 40 persone e si era dimostrato difficile insegnare praticamente da soli, inoltre Zhiada quella sera diede forfait e per lui significava  una sconfitta. Stava per allontanarsi, alla fine della lezione, quando una giovane gli si fece incontro.
-mi scusi...posso parlarle un secondo? 
La guardò con curiosità. Era magrolina, capelli neri molto lunghi ma raccolti per danzare, un fisico semplice ma dentro i pantaloni pareva scrutare delle belle gambe nervose.
-Sì, certo, dimmi pure!
-Ecco, io trovo molto bello danzare il Tango e vorrei proseguire, seguendola nelle lezioni. E possibile questo?
-Hai mai danzato prima?
-No, ma sento che questa danza fa per me, mi fa star bene.
-Se ti piace il Tango lo vedremo poi, vieni qui, vediamo che sai fare.
Nikita osservò attentamente la giovane che indossava un paio di scarpe quasi adatte al tango. Le prese una mano e abbracciandola come per danzare, la circuì con un braccio e la strinse a sè per farle compiere un passo. Era la sua metodica: Nikita riusciva da sempre a capire se una danzatrice davvero è portata per la danza o no. Anche questa volta sentì qualche cosa che lo colpì.
-Come ti chiami?
-Akmaral... rispose un po' titubante la giovane
-Sì, puoi venire a danzare, ma dovrai seguire determinate situazioni nelle quali dovrai imparare ad essere più femmina.
-Grazie, Maestro! Seguirò sicuramente tutti i suoi consigli!
-Vieni, ti accompagno all'uscita. 
Si diressero verso la hall del residence, parlando di Tango, e la lasciò quando essa salì su un taxi.
Solo in quel momento si rese conto di essere tornato alla realtà, di essere di fronte alla porta di casa, e di non voler entrarci.

23 May 2014

When love does not recognize limit - A real story not yet concluded... (starting)





 
Title:       When love does not recognize limites
Author:   Mikhail Lermontov
Actors:   Nikita - Akmaral
Location: a Country very far from where you need
Time of event: in this century

Introduction
This book has been written day by day in double languages. Who needs really read all the story has to really follow what I public every evening....


Sitting on his favorite bench, he, the man no longer fresh and added to his time, tired of his unfortunate life, looking away in the park of his adopted city. Next, under the sun his favorite lazy cat, Minu, together since many years. Minù had taken the place of the woman which Nikita loved and adored, and with her he spent long hours in the park, to gather ideas and try to get ahead by a goal when, a few years before, the woman he loved and he had to leave each other in a dramatic flight to Alma Ata.
It was now time to go home for dinner, the sun was slowly falling off and he had to return home to preparare the meal. He got up lazily and took the lead of the cat that had placed at the edge of the bench, as they passed near him three girls on a bicycle. He paused to look at them: one of them had a short skirt riding got up leaving uncovered two beautiful young legs. A flash memory brought back to revise the legs of his beloved when they discovered their Tango dancing.How much pleasure there was in both of them for the dance, although often quarrel for the steps to decide or make-up that he wanted and she refused. They were only trivial discussions between dancers, and
were never harmed and could even undermine their strict union and solidarity, in life as well in dancing.
Walking home Nikita remembered the moment when they met at the end of a tango lesson, in the hall of the restaurant bar Pegasus inside Residence Renco. He had just finished a lecture in which he had noticed a young Kazakh behave in a decent and polite manner, but he would never have imagined that it would upset his life forever.
 Seduto sulla sua panchina preferita, lui, l'uomo non più fresco e geniale di un tempo, stanco della sua sfortunata vita, guardava lontano nel parco della sua città adottiva. Accanto, pigrava sotto il sole la sua gatta preferita, Minù, insieme da tanti anni. Minù aveva preso il posto della donna che Nikita amava ed adorava, e con lei passava lunghe ore nel parco, per raccogliere idee e cercare uno scopo per andare avanti da quando, pochi anni prima, la donna amata e lui si dovettero lasciare in un drammatico viaggio aereo.
Era ormai ora di rientrare a casa per cena, il sole stava lentamente calando e doveva rientrare per ppreparare il pasto. Si alzò pigramente e prese il guinzaglio della gatta che aveva posto al bordo della panchina, quando passarono davanti a lui tre ragazze in bicicletta. Si soffermò a guardarle: una di loro aveva una gonna corta che pedalando si alzava lasciando scoperte due belle giovani gambe. Un flash della memoria gli riportò a rivedere le gambe della sua amata quando si scoprivano danzando il loro Tango.
Quanto piacere c'era in entrambi nel danzare, sebbene litigassero spesso per i passi da decidere o il make up che lui voleva e lei rifiutava. Erano solo banali discussioni tra danzatori, e mai queste discussioni avevano leso e neppure avrebbero potuto ledere la loro unione ferrea e solidale, nella vita così come danzando.
Camminando verso casa ricordò il momento in cui si conobbero, alla fine di una lezione di tango, nel salone del ristorante bar Pegasus all'interno del Residence Renco. Lui aveva da poco finito la lezione nella quale aveva notato una giovane kazaka comportarsi in modo discreto ed educato, ma non avrebbe mai potuto immaginare che essa avrebbe sconvolto per sempre la sua vita.
 

21 May 2014

Introduction of my new story - Premessa alla mia nuova storia



Many times you will meet young, middle-aged in our lives, which would not give a penny for how they behave, how they think, what they do. However, it may happen that sometimes you meet someone for whom it remains uncertain or dismayed for the skill , tenacity, desire to do and be, without much Paturnie . Today I want to say, writing, that he had found a young woman whose details are true. Needless to say, name, age, nationality, profession , just say "a young woman. "

Met by chance one evening, I knew from the beginning that it was a mere kitten who sought refuge somewhere. After years of training and many sacrifices from both sides, the kitten has grown and is now ready to go to its shores. Having moved from a city far away from where I stand, alone and without any help was able to survive in jungle of adults, finding a job and beginning to study alone to get that needed to be her crossbow, so be launch in a world of normality without great sacrifice. It was not at all easy for her: certainly not from a wealthy family, he had to make sacrifices in order to study, and to continue to live having found to try her luck in another city, without knowing much more than that for daily needs .

After more than 4 years in this city ( where I worked ) and being treated as 'foreign' only because it was not in the same area of the other, she met a mature man which rather than use her for the purposes that you know, gave her all that necessary to fill all the gaps of his life and instructing on how to proceed, in the right, towards a destination suited to all women: to build a future and a strong family, serene and modern. The man who helped her is me: a mature man, double the age of the young woman, but with incredible character and fortitude, which allowed the young to understand the previous mistakes and figure out how to get to the goal that every woman seeks .

He took her abroad, he has been for her the guardian, father, mother, sister, friend, girlfriend, lover, professor of school of life .... and now, after years of maneuvers, this man confides something that is right you know ....

Molte volte si incontrano giovani, nella nostra vita di mezza età, cui non daresti un centesimo per come si comportano, per come ragionano, per quello che fanno. Tuttavia può capitare che a volte si incontra qualcuno per il quale si rimane incerti o sbigottiti per la bravura, tenacia, voglia di fare e di essere, senza tante paturnie. Io oggi voglio dire, scrivendo, di aver trovato una giovane donna i cui particolari sono proprio così. Non serve dire nome, cognome, età, nazionalità, professione, basta solo dire  «una giovane donna».

Incontrata per caso una sera, ho capito sin dall'inizio che era un semplice gattino che cercava rifugio da qualche parte. Dopo anni di tirocinio e di tanti sacrifici da entrambe le parti, il gattino è cresciuto e ora è pronto ad andare per i suoi lidi. Trasferitasi da una città lontana da dove mi trovo, da sola e senza aiuto alcuno è riuscita a sopravvivere nella giugla degli adulti, trovando un lavoro e mettendosi a studiare da sola per ottenere quel necessario che fosse la sua balestra, in modo da essere lanciarla nel mondo della normalità senza grandi sacrifici. Non è stato per nulla semplice per lei: proveniente da una famiglia non certo benestante, ha dovuto fare sacrifici per studiare, e per continuare a vivere ha dovuto cercare fortuna in un'altra città, senza sapere più di quel tanto per le necessità quotidiane.

Dopo oltre 4 anni di permanenza in questa città (dove lavoravo) ed essere stata trattata da «straniera» solo perchè non era della stessa zona degli altri, ha incontrato un uomo maturo che anzichè usarla per gli scopi che si conoscono, le ha dato tutto quel necessario per colmare tutte le lacune della sua vita ed istruendola su come proseguire, nel giusto, verso una meta consona a tutte le donne: il costruirsi un futuro ed una famiglia solida, serena e moderna. Quell'uomo che l'ha aiutata sono io: un uomo maturo, della età doppia della giovane donna, ma con carattere e forza d'animo incredibili, che hanno permesso alla giovane di capire i precedenti errori e capire come arrivare alla meta che ogni donna si prefigge.

Lui l'ha portata all'estero, lui le ha fatto da tutore, da padre, madre, sorella, amico, amica, amante, professore di scuola, di vita....ed oggi, dopo anni di grandi manovre, quest'uomo confida  qualche cosa che è giusto si sappia....









20 May 2014

Slowly - Lentamente


Lentamente,
abbiamo cominciato a conoscerci.
Lentamente,
Ci siamo aperti, rivoltati della pelle.
Lentamente,
ci siamo nutriti uno dell'altra.
Lentamente,
l'amore ci prese, ci fece soffrire.
Velocemente,
il fuoco può spegnersi.
Rapidamente,
la passione si riduce
se di amore non ci si ciba più.
Come un fulmine,
la fine può arrivare.
Se la mano non più serrata all'altra
lascia cadere nell'oblio il ricordo 
raccolto con le mani 
nel corso della vita.
slowly,
we began to know each other.
slowly,
We've opened up, turned the skin.
slowly,
we fed each other.
slowly,
love took us, made ​​us suffer.
quickly,
the fire can go out.
quickly,
the passion is reduced
if we do not love it eats more.
In a flash,
the end reach.
If the hand is no longer locked to another
drop into oblivion the memory
collected by hand
in the course of life.




The hug...l'abbraccio

Ti abbraccio,
felice di sentire il tuo seno sul mio petto
e il tuo cuore battere assieme al mio.
Ti bacio lungamente,
sentendo la tua pelle vibrare
come le corde di un'arpa birmana.
Ti accarezzo 
dolcemente le spalle e la schiena
mentre ti inarchi languidamente.
Sento il tuo profumo e il tuo respiro 
cercarmi ovunque
ed in un lento partorire 
di parole segrete che noi soli conosciamo
ci offriamo uno all'altra
mescolando di noi tutto
trovandoci nell'attimo dolce
fusi in una unica entità
che languidamente attende la luce del Sole

senza accorgerci che è stato solo un mio sogno

 
I hug you, 
happy to feel your breasts on my chest 
and your heart beating with mine. 
I kiss you long, 
feeling your skin vibrate 
like the strings of a harp of Burma. 
I caress 
gently back and shoulders 
while you buckle languidly. 
I feel your scent and your breath 
find me anywhere 
and in a slow birth 
of secret words that we alone know 
we offer one another 
stirring us all 
finding ourselves in the moment sweet 
merged into a single entity 
that languidly awaiting the light of the Sun 
without realizing that it was only a dream of mine