Dance with love, never stop to dance...

Loading...

10 May 2015

My speech of today, out of poems - Un mio discorso fuori dalle poesie

Quando si descrive in forma poetica un accadimento, un avvenimento, un fatto di ordine sensuale o sessuale, la fantasia corre e porta spesso molto lontano. Ma se ci fate caso, tutto quello che si scrive, o per lo meno gran parte di esso, viene fatto al femminile, rivolto ad una donna: la pelle che brucia? Della donna. Il corpo che freme?  Della donna. Lo spasimo? Solo della donna. Cioè, secondo certi, solo la donna ha queste sensazioni? L'uomo no? Ne siete certi? Io sostengo invece che anche il maschio ha fortissime sensazioni, magari non identiche ma molto simili, e mai volutamente descritte. Perchè? Perchè anche il maschio non fa cadere l'ultimo velo, dicendo davvero quello che sente, che prova? Perchè il maschio non può pubblicamente piangere per amore, per dolore, per rabbia? Perchè al maschio sembra negato dire apertamente "la tua mano che mi scorre sul torace mi fa sentire le pene dell'inferno, facendomi bruciare dentro ..." ? Io lo sto già facendo, e invito altri a seguirmi, non vi è nulla di male o da censurare, credetemi!



When you are describing in poetic form an event, an event, a fact of order sensual or sexual imagination runs and carries often far away. But if you notice, everything you write, or at least much of it, is done by women, pointing to a woman: skin burning? Woman. The squirming body? Woman. The spasm? Only of the woman.Is that, according to some, that only the woman has these feelings? The man has not it?Are we sure? I argue instead that male has very strong feelings, maybe not identical, but very similar, and never deliberately described. Why? Why even the male does not drop the last veil, saying what they really feel? Why male can not publicly cry for love, pain, anger? Why male seems openly denied to say "your hand running on my chest make me feel the pains of hell, making me burn inside ..."? I'm already doing, and I urge others to follow, there is nothing wrong or to censor, believe me!

Scrivere - Writing

Scrivo,
scrivo senza sosta,
scrivo come un fiume in piena,
come un vulcano che erutta.
Scrivo, 
tutto quello che penso,
che provo, 
che sento dentro,
che vorrei urlare.
Scrivo,
per far capire che esisto,
che vivo,
che amo, 
che soffro,
che anche io ho emozioni.
Scrivo,
per attirare l'attenzione 
del mondo su di me,
dopo essere stato lasciato per strada
come fossi una bottiglia vuota.
Scrivo,
nella speranza che qualcuno risponda,
ma quel qualcuno, senza carta nè penna,
non si sa ormai dove sia.
(copyright©MikhailLermontov-2015)

I write,
I write without stopping,
I write as a flood,
like a volcano erupting.
I write,
everything I think,
I feel,
I have inside,
I want to scream.
I write,
to make it clear that I exist,
I live,
I love,
I suffer,
that I also have emotions.
I write,
to attract attention
of the world on me,
after being left on the street
as if I were an empty bottle.
I write,
hoping someone responds,
but that someone with no paper nor pen,
no one knows where she is now.